• Trattamento acqua

    Il trattamento dell’acqua, transitante attraverso tubazioni e impianti di utenze private, enti pubblici o comunità, oppure utilizzata per differenti applicazioni artigianali ed industriali, è un processo fondamentale, necessario per evitare i guasti e le riduzioni di efficacia, abbattendo i costi per la manutenzione degli impianti e delle reti di distribuzione idrica.

    L’acqua, infatti, contiene disciolti al suo interno, sotto forma di carbonati, solfati e clorati, dei composti minerali di calcio e magnesio, che con l’evaporazione si depositano sulle superfici di transito, formando così delle incrostazioni che riducono il volume delle tubazioni sino ad ostruirle definitivamente, ricoprono le pareti degli scaldacqua, bloccano gli erogatori della rubinetteria e intasano i meccanismi di elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie riducendone la vita operativa.

    Per quel che riguarda gli enti pubblici, le comunità e le abitazioni condominiali, il processo di incrostazione, dovuto al calcare, è accelerato dato il maggiore ed intenso utilizzo degli impianti. Anche in campo artigianale gli effetti negativi del calcare sono consistenti: impianti intasati e qualità dei prodotti di lavorazione pregiudicata. Non da ultimo il calcare presente nell’acqua si deposita come una patina biancastra (stratificata a chiazze) sulle superfici, quali quelle di rubinetterie e piastrelle, e ne compromette pesantemente l’aspetto estetico opacizzandole; fattore rilevante in abitazioni private ed in strutture pubbliche (alberghi, ospedali, ristoranti) dove le superfici incrostate restituiscono un’impressione di sporcizia, scarsa manutenzione ed usura.